L’H22

L’H22 è un monotipo da regata di 6,70 m disegnato da Rob Humphreys e ottimizzato da Roberto Spata la cui costruzione è stata affidata inizialmente a Lion Yacht (www.lion-yacht.com), cantiere poi acquisito da un gruppo di armatori italiani, che ne hanno portato la costruzione in Italia (www.h22onedesign.com). Costruito in circa 40 esemplari, è diffuso soprattutto nell’area del lago di Como.

Si tratta di una barca in vetroresina facile da gestire e che richiede poca manutenzione. L’elevato peso della zavorra di piombo e carbonio (315 kg) la rendono facile da gestire anche con venti superiori ai 20 nodi. La robustezza (e leggerezza) di timone e bompresso sono garantiti dal carbonio, mentre l’albero è in alluminio.

L’equipaggio, in regata, é di tre persone. Un equipaggio al completo è in grado di alberare e varare la barca in circa un paio di ore di lavoro. E poco di più è necessario per disarmare la barca e prepararla ad un viaggio sul carrello. La barca è infatti facilmente trasportabile su un carrello monoasse. La deriva a baionetta può essere retratta per diminuire il pescaggio e abbassare il baricentro negli spostamenti via terra.

Allo specchio di poppa può essere attaccato un piccolo motore fuoribordo, che viene stivato a bordo durante la navigazione a vela.

Fra i suoi principali concorrenti possiamo considerare: l’Ultimate 20, il Laser SB3 e SB20, l’UFO 22, il Mono 22, lo Zero One Design e il J70. Tutte barche dotate di grandi gennaker che permettono emozionanti planate.

La valutazione sul mercato dell’usato può variare tra i 6000 e i 12000 euro a seconda di anno di produzione, dotazioni e condizioni complessive.

Caratteristiche tecniche:

  • Progetto: Rob Humphreys
  • Lunghezza scafo: 6,7 m
  • Baglio massimo: 2,5 m
  • Dislocamento: 760 kg
  • Zavorra: 315 kg
  • Superficie Velica: 65 m²

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.